Calligrafismo    

(Formalismo)  Atteggiamento registico particolarmente attento ad una scrupolosa ed accurata ricostruzione scenografica e ambientale (specie nei film ambientati in epoche passate) e ad una rigorosa perfezione delle inquadrature e dei movimenti di macchina.

Nel lessico critico il termine di calligrafismo assume quasi sempre connotazioni negative, intendendo riferirsi a regýe poco ispirate ed inventive, compiaciute del proprio perfezionismo (si pu˛ trovare a volte, usato con valore sinonimico, il termine di formalismo).

Nella prima metÓ degli anni quaranta (in coincidenza con la seconda guerra mondiale) si afferm˛ in Italia un indirizzo, incentrato sulla traduzione cinematografica di famosi testi letterari, per il quale gli storici del Cinema italiano hanno usato il termine di calligrafismo.